Dopo la biografia di Matteo Salvini, quella di Icardi. Ora quella del Dibba. Dai più conosciuto come Alessandro Di Battista, deputato e dirigente del Movimento 5 Stelle. Il motorinaro de Roma che per promuovere il NO al referendum costituzionale ha salvinianamente girato la penisola con felpa propagandistica e motorino da Notte prima degli esami. (Meglio che Molinari controlli in garage.)

_tn_1-0-45619287_sekivfuveea7791fiowqha_dibattista_motorino

Un secondo volume dopo Sicari a cinque euro, dove racconta gli anni in Sudamerica. A fine Novembre è arrivato nelle librerie A testa in su: investire in felicità per non essere sudditi. Come dargli torto?! Il Dibba sa come parlare alla pancia degli italiani. Un titolo, e sottotitolo, gramellianamente a effetto. A perderne è un pò il contenuto, pubblicato in pillole da Il Foglio. Ogni giorno una frase. Dopo Secondo Matteo, per riempire lo stomaco più che la testa, arrivano  I diari di Dibba.

Non si sa chi tra i due stia più in TV, o in casa editrice, e meno in Parlamento. O per strada a raccogliere ampolline di acqua dal Po o dal Tevere. I punti in comune sono ormai innegabili. A partire dalle strilla televisive e dall’ego di proporzioni titaniche.

Un consiglio? Meglio prenderli in biblioteca. Tante biografie e ragionamenti.  Tutti fatti più a testa in giù che in su.

 

Frasi di Dibba pubblicate su Il Foglio

Cosa dice Il Post

Annunci